Precursori Esplosivi – Entrata in vigore dal 1° febbraio 2021 del Regolamento (UE) 2019/1148 del 20 giugno 2019.

Il nuovo regolamento identifica n. 9 sostanze che sopra una determinata concentrazione possono essere identificate come precursori di esplosivi, soggette a licenza di vendita, tracciamento e procedure anche per il semplice stoccaggio.


Le seguenti sostanze non sono messe a disposizione, introdotte, detenute o usate dai privati, acido nitrico (3%), perossido di idrogeno (12%), acido solforico (15%), nitrometano (16%), nitrato di ammonio (45,7%), clorato di potassio (40%), perclorato di potassio (40%), clorato di sodio (40%) e perclorato di sodio (40%).


E’ necessario che tutte le aziende che utilizzano ed hanno in magazzino le seguenti sostanze, da sole o in miscele,  adottino procedure delle sostanze, per le quali le transazioni sospette, le sparizioni e i furti significativi devono essere segnalati entro 24 ore: esamminaacetonenitrato di potassionitrato di sodionitrato di calcioacido nitrico-sale di ammonio e calcionitrato di magnesio esaidratoalluminio-polverimagnesio-polveri.

Restiamo a vostra disposizione.

Cordiali saluti

Lo Staff di ETA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *